QUESTO SITO UTILIZZA ALCUNI 'COOKIE': VUOI SAPERNE DI PIU'?   

Bollettino Biologico del 27 marzo 2020

È disponibile il Bollettino Biologico del 27 marzo 2020.

Bollettino Biologico del 27 marzo 2020

COMUNICAZIONI IMPORTANTI

 

Per la programmazione dei nuovi impianti, prima di mettere a dimora piante da vivaio convenzionale occorre verificare che non ci sia la disponibilità di piante biologiche e richiedere la deroga sul portale SIAN: https://www.sian.it/conSpeBio/ricercaVarieta.xhtml

 

DOCUMENTAZIONE AZIENDALE (da consegnare e mantenere aggiornata)

Questa documentazione serve per ottenere la Certificazione di Prodotto e, quindi, poter vendere il prodotto come biologico. È NECESSARIO, perciò, far pervenire ad Agrintesa i seguenti documenti:

  • COPIA DEL P.A.P. 2020*;
  • COPIA DEL CERTIFICATO DI CONFORMITÀ (hanno validità per periodi variabili);
  • COPIA DEL VERBALE DELLE VISITE ISPETTIVE;
  • COPIA DEL DOCUMENTO GIUSTIFICATIVO;
  • MAPPA AZIENDALE (appezzamenti).

La documentazione va inviata preferibilmente via mail a Cristina Vespignani (vespignani.cristina@agrintesa.com, cell. 366 6105167).

Si ricorda che il termine per l'invio del P.A.P. (Piano Annuale delle Produzioni) al proprio ENTE CERTIFICATORE è stato prorogato al 15 MAGGIO 2020 e che per ogni nuova variazione colturale è possibile, durante l'anno, inviare un P.A.P. DI VARIAZIONE.

 

CONCIMI

In questa fase, in cui si programma la nutrizione, si coglie l'occasione per ricordare alcune ATTENZIONI. Se si acquistano prodotti palabili (matrici organiche sfuse), farsi rilasciare SEMPRE l'analisi del prodotto (aggiornata). Per i prodotti “commerciali”, si deve verificare che:

  • abbiano sulla confezione la frase “Consentito in Agricoltura Biologica” (NO Ammesso, Conforme, ecc.);
  • sulla Bolla di Acquisto deve essere riportata la medesima frase (a fianco del nome commerciale);
  • il prodotto sia essere inserito nella Banca DATI del SIAN (www.sian.it/vismiko/jsp/indexConsultazione.do;).

 

TRAPPOLE e CONFUSIONE SESSUALE

Nel caso si utilizzi il metodo della confusione sessuale, si ricorda di prenotare gli erogatori necessari al proprio appezzamento. Lo stesso vale per le trappole di monitoraggio.

 


Attenersi scrupolosamente a tutte le indicazioni riportate sulle etichette dei prodotti fitosanitari (dosaggi ad ettolitro, dosaggi ad ettaro, quantità di miscela distribuibile per ettaro, intervalli fra i vari trattamenti, epoche di intervento, ecc.).​


 

CILIEGIO

Fase fenologica: da rottura gemme a bottone bianco

MONILIA. In caso di andamento stagionale favorevole alla malattia intervenire in pre-fioritura con Polisolfuro di Calcio dose 5 kg/hl e 39 kg/ha oppure con Thiopron dose 600 ml/hl (p.a. Zolfo).

 

PESCO

Fase fenologica: da caduta petali ad allegagione

MONILIA e BOLLA. In caso di andamento stagionale favorevole alla malattia intervenire con Thiopron dose 600 ml/hl (p.a. Zolfo). A caduta petali, in funzione di BOLLA, ripetere lo zolfo con Poltiglia Disperss dose 100-150 g/hl e 1-1,5 kg/ha (p.a. Solfato di rame al 20%).

AFIDI e TRIPIDI. A caduta petali intervenire con Neemazal T/S dose 200-300 ml/hl e max 3 litri/ha (p.a. Azadiractina, max 3 tratt./anno) con aggiunta di Olio estivo (dose massima di etichetta) per aumentarne l'efficacia. Per le aziende in collina, con problemi di tripide, trattare con Laser (p.a. Spinosad): contattare il tecnico di riferimento per le modalità di intervento.

CIDIA MOLESTA. Il modello segnala l'inizio del volo in tutte le zone. Si ricorda di installare la CONFUSIONE SESSUALE anche in caso di produzione compromessa a seguito delle gelate, per evitare che vengano colpiti anche i germogli e ne soffra lo sviluppo vegetativo, è inoltre importante evitare che si verifichi un aumento della popolazione del fitofago.

 

ALBICOCCO

Fase fenologica: da caduta petali ad allegagione

MONILIA e OIDIO. Intervenire con Thiopron dose 600-1000 ml/hl (p.a. Zolfo) + Propoli (200 ml/hl); ripetere gli interventi in base alla stagione ad intervalli di 4-5 giorni e utilizzare la dose più elevata ad inizio e fine fioritura.

BATTERIOSI. Intervenire in previsione di pioggia negli impianti con presenza di infezioni riscontrate nell'anno precedente impiegando poltiglia bordolese. Intervenire con pianta asciutta e con dosi molto basse (max 2 kg/ha). Eventualmente miscelare con zolfo usato in funzione antioidica.

CIDIA MOLESTA. Il modello segnala l'inizio del volo in tutte le zone.

 

SUSINO EUROPEO

Fase fenologica: da bottoni bianchi a fioritura

BATTERIOSI e CORINEO. Intervenire, nelle varietà europee e negli impianti interessati dai patogeni, al rigonfiamento delle gemme (prima della rottura delle stesse) con Poltiglia Disperss dose 270-470 g/hl oppure Poltiglia Manica 20 PB Green dose 300-2100 g/hl e max 6,25 kg/ha (p.a. Solfato di rame al 20%) e, in aggiunta, Olio minerale dose 0,5 litri/hl (funzione adesivante). Per tutti i prodotti a base di rame: max 4 kg di sostanza attiva rame/ha/anno.

TRIPIDI. Intervenire in pre-fioritura in caso di presenza o di danni nell'anno precedente con Asset dose 70-100 ml/hl (p.a. Piretro) con aggiunta di Olio estivo (dose massima di etichetta) per aumentarne l'efficacia.

TENTREDINI. Si consiglia di installare, nella fase di inizio bottone bianco, le trappole cromotropiche per la cattura degli adulti.

EULIA. L'ovideposizione è iniziata e prosegue a seconda delle zone. Al momento non è necessario intervenire.

 

SUSINO CINO-GIAPPONESE

Fase fenologica: caduta petali

MONILIA. In caso di andamento stagionale favorevole alla malattia intervenire con Thiopron dose 600 ml/hl (p.a. Zolfo) + Propoli (200 ml/hl).

AFIDI e TENTREDINI. A caduta petali intervenire con con Asset dose 70-100 ml/hl (p.a. Piretro) con aggiunta di Olio estivo (dose massima di etichetta) per aumentarne l'efficacia.

EULIA. L'ovideposizione è iniziata e prosegue a seconda delle zone. Al momento non è necessario intervenire.

 

PERO

Fase fenologica: da mazzetti divaricati a inizio fioritura

TICCHIOLATURA. Intervenire in previsione di pioggia con rameici a basse dosi (max 2 kg/ha), ad esempio Poltiglia Manica 20 WG Green o Poltiglia Disperss dose 170 g/hl (p.a. Solfato di rame al 20%) con aggiunta di Thiopron dose 5 litri/ha (p.a. Zolfo). In alternativa intervenire dopo l'evento con Polisolfuro di Calcio dose prefiorale 2 kg/hl e 24 kg/ha. Per tutti i prodotti a base di rame: max 4 kg di sostanza attiva rame/ha/anno.

CONTARINIA e TENTREDINI. In caso di presenza accertata tramite trappole cromotropiche per la cattura degli adulti, oppure con danni registrati nell'annata precedente, può avere efficacia un trattamento prefiorale con Laser dose 20-30 ml/hl e min 300 ml/ha (p.a. Spinosad, max 3 tratt./anno e max 2 consecutivi) attivo anche per CONTARINIA.

EULIA. Si ricorda di installare le trappole: l'ovideposizione è iniziata e prosegue a seconda delle zone. Al momento non è necessario intervenire.

 

MELO

Fase fenologica: da mazzetti affioranti a bottone bianco

TICCHIOLATURA. Intervenire in previsione di pioggia, anche su varietà resistenti, con rameici a basse dosi (max 2 kg/ha), ad esempio Poltiglia Manica 20 WG Green o Poltiglia Disperss dose 170 g/hl (p.a. Solfato di rame al 20%) con aggiunta di Thiopron dose 5 litri/ha (p.a. Zolfo). In alternativa intervenire dopo l'evento con Polisolfuro di Calcio dose prefiorale 2 kg/hl e 24 kg/ha. Per tutti i prodotti a base di rame: max 4 kg di sostanza attiva rame/ha/anno.

AFIDI. Intervenire in pre-fioritura nelle ore più calde della giornata con Neemazal T/S dose 200-300 ml/hl e max 3 litri/ha (p.a. Azadiractina, max 3 tratt./anno).

EULIA. Si ricorda di installare le trappole: l'ovideposizione è iniziata e prosegue a seconda delle zone. Al momento non è necessario intervenire.

 

ACTINIDIA

Fase fenologica: da gemma cotonosa a rottura gemme

CANCRO BATTERICO (Pseudomonas syringae p.v. Actinidiae). Verificare la presenza di essudati e/o cancri negli impianti e in caso di presenza, asportare le parti colpite. La difesa chimica, basata sull'impiego di prodotti contenenti rame metallo sotto forma di solfato (poltiglie bordolesi), contribuisce a contenere la diffusione della malattia. In seguito alla gelata trattare il prima possibile con Poltiglia 20 WG Green dose 100-200 g/hl e max 2 kg/ha o Poltiglia Disperss dose 100-250 g/hl e max 2,5 kg/ha (p.a. Solfato di rame al 20%). Per tutti i prodotti a base di rame: max 4 kg di sostanza attiva rame/ha/anno.

EULIA. Si ricorda di installare le trappole: l'ovideposizione è iniziata e prosegue a seconda delle zone. Al momento non è necessario intervenire.

 

KAKI

Fase fenologica: ingrossamento gemme

COCCINIGLIE. Verificare durante le operazioni di potatura la presenza di scudetti sui rami. Intervenire a ingrossamento gemme con Vernoil dose 3,5 litri/hl e max 35 litri/ha.

 

VITE

Fase fenologica: da ingrossamento gemme a gemma cotonosa - inizio germogliamento

MAL DELL'ESCA. Intervenire nell'epoca del pianto su impianti giovani (da 2 a 5 anni) o in impianti adulti con limitata presenza della malattia, impiegando Remedier dose 250 g/hl e min 1 kg/ha (p.a. Trichoderma asperellum + Trichoderma gamsii; fare pre-germinare il prodotto il giorno precedente al trattamento) oppure Esquive WP dose 2-2,5 kg/hl e 4 kg/ha (p.a. Trichoderma atroviride ceppo I-1237, attivo anche a basse temperature, non necessita di pre-attivazione). L'intervento è preventivo, non curativo e va integrato con pratiche agronomiche adeguate e va distanziato di almeno 6-8 da interventi con olio minerale.

ERIOFIDE. In caso di attacco elevato nell'annata precedente, intervenire a gemma cotonosa con Polithiol dose 5 litri/hl e 10-40 litri/ha oppure con Vernoil dose 1-3,5 litri/hl e 25-35 litri/ha + Microthiol disperss dose 600 g/hl (p.a. Olio Minerale + Zolfo).

 

ORTAGGI

Si ricorda che occorre programmare gli ortaggi con l'ufficio tecnico.

 

FRAGOLA (COLTURA PROTETTA)

Effettuare la pulizia delle foglie vecchie.

RAGNETTO ROSSO. Monitorare la presenza di forme mobili (adulti) e uova e alla presenza intervenire con Naturalis dose 0,75-1 litro/ha (p.a. Beauveria Bassiana) con aggiunta di Olio minerale. Effettuare lancio di fitoseidi nelle prime settimane di marzo.

OIDIO. Intervenire preventivamente con AQ 10 dose 35-70 g/ha (p.a. Ampelomyces quisqualis). AQ 10 nei primi trattamenti è da preferire rispetto allo zolfo in quanto attivo anche a basse temperature. N.B. Se si applica AQ 10 non applicare zolfo perché non è compatibile: tenerlo a distanza di 15 giorni.

 

LATTUGA (COLTURA PROTETTA)

LIMACCE. Distribuire in post trapianto esca lumachicida Derrex oppure Sluxx (p.a. Fosfato ferrico) attenendosi a dosi ed indicazioni di etichetta. Distribuire prima di stendere la pacciamatura e distribuire il prodotto tra le gambe e le testate delle serre. Ripetere l'applicazione se viene sciolto dalle piogge.

AFIDI. Monitorare la presenza ed intervenire con Neemazal TS dose 200-300 ml/hl oppure con Oikos dose 100-200 ml/hl (p.a. Azadiractina, max 3 trattamenti/anno). È consigliata l'aggiunta di prodotti a base di amminoacidi per favorirne l'assorbimento. Importante bagnare bene anche alla base del cespo (in fase di ingrossamento) per sfruttare anche l'azione di contatto oltre che sistemica. Ripetere dopo 15 giorni. N.B. In questo periodo effettuare il trattamento nelle ore più calde.

BOTRITE, SCLEROTINIA e MARCIUMI. Monitorare la presenza alla base del cespo. Favorire arieggiamento e asciugatura regolando l'apertura e chiusura delle serre. Preventivamente, alla prima comparsa dei sintomi, intervenire con Amylo-X dose 1,5-2,5 kg/ha (p.a. Bacillus amyloliquefacens, max 6 trattamenti/anno) oppure con Serenade Aso dose 4-8 litri/ha (p.a. Bacillus subtilis, max 4 trattamenti/anno) oppure Propoli. Si ricorda che si tratta di prodotti di copertura e che necessitano, quindi, di raggiungere tutta la superficie della pianta e il colletto.

 

POMODORO

TUTA ABSOLUTA. Programmare l'installazione della confusione sessuale.

 

TRAPIANTI

Effettuare il bagno delle piantine pre-trapianto con Azadiractina (Neemazal T/S o Oikos) e/o inoculo di funghi micorrizici del tipo Micosat (sono formulazioni registrate come fertilizzanti, verificare sempre che la composizione scelta sia ammessa in agricoltura biologica).

 

 

Scaricare il file allegato per visualizzare una versione stampabile.

 


File/Bollettino Bio/Bollettino Bio 270320.pdf
Scarica allegato


Le società del gruppo

Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS! RSS Evoluzioni Web